Associazione Culturale Sarda

Chi è online

 16 visitatori online
Ultime Notizie
31 gennaio, ore 18 Gipsoteca, libro "Nel segno del giudizio" PDF Stampa
News ed Eventi

Il 31 gennaio 2018 presso la Gipsoteca in piazza San Paolo all'Orto di Pisa, alle ore 18.00 sarà possibile assistere alla presentazione del libro "Nel segno del giudizio. L'arte nelle copertine di Salvatore Satta" di Manola Bacchis.

Interverranno per i saluti Gianni Deias, presidente dell'Associazione culturale sarda "Grazia Deledda", prof. Alessandro Balestrino direttore del Dipartimento di Scienze politiche.

 

Relatore prof. Remo Bodei, filosofo. Ospite d'eccezione Giuseppe Carta, artista.

 

Letture Giancarlo Cherchi e la piccola Anna Serena Mustaro.

Modera Tonino Oppes, giornalista.

 

Comunicato stampa.

A Pisa, il 31 gennaio alle 18 in Piazza San Paolo all’Orto, alla Gipsoteca dell’Università: “Nel segno del giudizio, l’arte nelle copertine di Salvatore Satta”, un libro della sociologa Manola Bacchis

 
30 Novembre, 0re 21.00, Arsenale: "Capo e Croce" PDF Stampa
News ed Eventi

L'Associazione Grazia Deledda di Pisa, il 30 novembre alle 21 c/o il Cinema Arsenale,  presenta il documentario "Capo e Croce" di Marco Antonio Pani e Antonio Carboni

Saranno presenti i registi e Giovanni Masia del Movimento Pastori Sardi; introduce Samantha Giusti.

Sinossi

Nel giugno del 2010 migliaia di pastori provenienti da ogni parte della Sardegna si riuniscono nel Movimento Pastori Sardi per dar luogo a una protesta clamorosa. Durante una lunga estate i pastori invadono porti, aeroporti, strade, inondano le vie del capoluogo Cagliari, occupano il palazzo del Consiglio Regionale per cercare di ottenere dignità e un giusto prezzo per il loro prodotto principale: il latte. Questo film, però, non è la cronaca di quegli eventi, ma un viaggio inedito, attraverso le ragioni dei pastori e la loro realtà quotidiana, alla ricerca delle origini della protesta.

Critica

In CAPO E CROCE Marco Antonio Pani e Paolo Carboni raccontano il mondo agro-pastorale della Sardegna in un modo del tutto inedito. Due anni di riprese ed uno di montaggio. Immagini scelte fra 390 ore di materiale. Le musiche di Puccini nella speciale reinterpretazione di Mauro Palmas. Il mondo, i pensieri, le preoccupazioni e le lotte dei pastori sardi di oggi in un bianco e nero straordinariamente espressivo.

 

Ingresso Gratuito


 
23 Novembre, 0re 21.00, Arsenale: "Fino in fondo" PDF Stampa
News ed Eventi

L'Associazione Grazia Deledda di Pisa, il 23 novembre alle 21 c/o il Cinema Arsenale,  presenta il documentario "Fino in fondo" di Tomaso Mannoni e Alberto Badas.

Sarà presente il regista T. Mannoni e Bruno Usai ex lavoratore Alcoa di Portovesme.  Introduce Samantha Giusti.

Sinossi

Quando il lavoro finisce inizia la rabbia: un documentario in cui in un ambiente disordinato, instabile e fortemente in crisi, il Sulcis, uomini operai sono determinati a lottare seguendo l'esempio storico dei padri e dei nonni uniti da un irrinunciabile oggetto di identità: il casco! Attraverso gli sguardi e i volti dei protagonisti alternati a momenti di manifestazioni e iniziative, vengono svelate verità spesso taciute su accordi tra politiche neo-liberiste e multinazionali senza scrupoli che non considerano gli operai persone ma solo numeri.

Critica

Il documentario ripercorre - con l'aiuto di numerose testimonianze - il destino e le speranze degli operai del Sulcis dopo la chiusura di alcune fabbriche create negli anni sessanta-settanta in seguito alla dismissione delle miniere. Prodotto da Ombre Rosse Film Production e Sguardi Critici, unico film italiano in concorso al Milano Film Fest e premiato come miglior regia al Festival Cinemavvenire Overlook di Roma nel 2014.

Attraverso gli sguardi e i volti dei protagonisti alternati a manifestazioni, iniziative e momenti di lotta, il documentario permettere di raggiungere fino in fondo il sentimento di anime che vivono in un territorio postindustriale.

 

Ingresso Gratuito


 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 7 di 61